Quando abbiamo a che fare con un cavallo, anche senza rendercene conto, siamo in costante comunicazione con lui e ogni atteggiamento che adottiamo può generare una risposta nell’animale. Se poi vogliamo chiedergli qualcosa, la situazione può diventare ancora più delicata perché il nostro modo di comunicare è molto diverso dal suo e non essere a conoscenza del corretto modo di porsi può rendere la comunicazione più difficoltosa e creare tensioni soprattutto nel cavallo.

Per questo motivo, prima di interagire con questo animale, è necessario documentarsi sul suo modo di apprendere e comunicare, parlare la stessa lingua può notevolmente fare la differenza!
Di seguito alcuni spunti su cui lavorare per migliorare il più possibile la comunicazione con questi animali:
addestrare un cavallo secondo la sua natura: i cavalli quando non conoscono qualcosa o non si fidano di qualcuno tendono a scappare ed aver paura. Riuscire a leggere il loro stato d’animo e capire i loro meccanismi di apprendimento può aiutare moltissimo a rassicurarli, facendo diventare l’addestramento una componente piacevole della loro giornata;
non punire il cavallo: la punizione sottolinea solo al cavallo un comportamento sbagliato senza dargli alcuna indicazione su cosa dovrebbe fare altrimenti e non ottenendo così alcuna risposta positiva. La punizione crea solamente stress nell’animale e cala anche il risultato delle sue prestazioni successive;
lavorare attraverso rinforzi positivi e negativi: sono tecniche che aumentano sempre di più la probabilità che un cavallo faccia ciò che gli chiediamo, perché viene premiato per i comportamenti positivi e scoraggiato nei comportamenti negativi, riuscendo a mantenere la sua calma. È stato dimostrato che i rinforzi positivi permettono al cavallo di apprendere meglio, forse perché presta più attenzione a ciò che gli viene chiesto;
premiare il cavallo: premiare il cavallo favorisce l’apprendimento perché è un chiaro segnale di approvazione. Sono considerati premi da un cavallo un rinforzo verbale, le coccole, ma soprattutto qualcosa da mangiare come dei biscotti, poiché è un alimento che piace estremamente. Prova BON BON di Cortal Extruded Horse Feed;
separare i comandi: quando si comunica con un cavallo è bene fare attenzione al modo con cui vengono chieste le cose. I vari comandi devono essere ben scanditi fra di loro, così il cavallo avrà il tempo di capire e non rischierà di fare confusione. È bene premiare il cavallo dopo ogni comando, soprattutto inizialmente.

Questi principi sono solo i primi di una lunga serie, ma imparare ad approcciarsi a questi animali in modo etologico è davvero la chiave per assicurare il benessere del cavallo e gli permette di esprimersi al meglio.

Print Friendly, PDF & Email