Conoscere il peso effettivo del nostro cavallo è di fondamentale importanza per una sua corretta gestione. Tale dato serve per:

  • stabilire la giusta quantità di alimento da somministrare. Molto spesso, infatti, le dosi giornaliere di foraggio e mangime vanno calcolate in base al peso vivo dell’animale (ad esempio 100 grammi ogni 100 kg di peso vivo) o in percentuale sul peso vivo. Fornire le quantità consigliate è essenziale per assicurare il corretto apporto di nutrienti, evitando spiacevoli carenze o eccessi;
  •  calcolare la giusta dose di medicinali e di integratori da somministrare all’occorrenza da parte del veterinario;
  • evitare fenomeni di dimagrimento o ingrassamento che potrebbero generare stress al cavallo e permettere l’instaurarsi di patologie che non sono visivamente rilevabili;
  • svolgere il trasporto di un cavallo in sicurezza, soprattutto tramite trailer, rispettando i pesi indicati dal codice della strada.

Come si può valutare il peso del proprio cavallo?

Ci sono vari modi per farlo e, anche se molte persone ritengono di poterlo stimare “a occhio” grazie alla loro esperienza, è meglio ricorrere a metodi più accurati. Tra questi:

  •  pesare il cavallo in modo strumentale, ad esempio con una pesa o con un’apposita bilancia per grandi animali. Sebbene risulti il metodo più preciso non è però sempre di semplice attuazione o fattibile;
  • l’apposito nastro per la determinazione del peso degli animali. Il peso si rileva misurando l’ampiezza della circonferenza toracica e ad ogni valore di ampiezza (cm), corrisponde un peso stimato. Questo metodo è affidabile al 90%;
  • calcolo del peso tramite metodo indiretto. Questo si effettua mediante la seguente formula:

lunghezza della circonferenza toracica (cm) x lunghezza del tronco (cm) / 11.880

dove la circonferenza toracica va misurata passando con il metro subito dietro al garrese e al gomito, mentre la lunghezza del tronco va misurata dalla punta anteriore della scapola alla punta della natica (vedi immagine). Tale metodo presenta un’accuratezza del 95-98%.

I fabbisogni di ogni singolo cavallo in termini di energia, proteina, aminoacidi essenziali (ad. esempio lisina) e minerali (ad esempio calcio e fosforo) non dipendono però solo dal peso: l’attività fisica svolta, infatti, incide sulle esigenze specifiche del soggetto. Affidarsi ad un alimentarista specializzato può aiutare a comprendere le effettive necessità ad ampio raggio.

Scopri i vantaggi di un’assistenza nutrizionale personalizzata: http://www.cortalhorse.it/assistenza-nutrizionale-cavalli/

Print Friendly, PDF & Email